Impossibile

Non so se le nostre anime inquiete erano destinate a frantumare l’incubo o piuttosto, a sgretolare il sogno.
Sono inquiete per questo.
Perché cercano e quando trovano dicono che non è vero.
Perché cercano per il gusto di cercare non di trovare.
Perché vivono e muoiono, miliardi di volte in una vita sola, e perciò si arricchiscono e ingigantiscono e poi di colpo si polverizzano ma senza deteriorarsi mai.
Perché odiano e travolgono, amano e si travolgono e per forza poi non si riconoscono.
Ti ho amato di un amore violento e distorto. Ti ho amato più di un corpo che è stato la vita, che ho desiderato, raggiunto, distrutto e salvato.
Ho amato occhi che tacciono e senza parole ti stringono per non lasciarti più.
Sono annegata nel vortice di una bocca fatta di sospiri e urla senza possibilità di riemergerne mai.
Ho amato un silenzio e un caos che solo dentro te e me è esploso, e un’anima sensuale e fragile, l’anima senza materia di chi non sa fare a meno di distruggere una carne troppo concreta per essere accettata.
Una carne che è corpo senza spirito. Uno spirito che vorrebbe esistere senza consistenza.
Vorrei vivere senza dare agli altri la possibilità di toccarmi.
E’ impossibile, ti dissi.
E allora voglio l’impossibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...