piccole cose #18

Il fatto che nessuno conosca il vero motivo che si cela dietro alla mia scelta di fare la raccolta differenziata. Con la carta e la plastica ho un rapporto di quieta indifferenza. La perversione del vetro, invece, è un piacere che pregusto dal momento in cui ripongo ogni singola bottiglia nel contenitore apposito.

Il contenitore apposito è situato sul mio balcone ed è verde. È accanto a quello giallo (plastica) e quello bianco (carta). Contiene il vetro ed è verde, quindi nessuna lotta, mi dispiace cari carta e plastica, ma è lui il mio preferito.

La perversione del piacere di questa piccola cosa si concretizza quando è ora di smaltire  il contenuto del contenitore verde. Il suono di  ogni bottiglia scagliata con più o meno forza nella bocca blu della campana sotto casa è un godimento  sensoriale  assoluto e primordiale.

La consapevolezza che questa mia piccola deviazione contribuisca al benessere del pianeta, poi, è del tutto secondaria.

Annunci

2 thoughts on “piccole cose #18

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...